Bio

Gianni Maroccolo
è nato in Toscana sotto il segno del toro.
Marok, così lo chiamano coloro che hanno condiviso con lui suoni e note, attraversa da protagonista  la scena della musica indipendente italiana sotto  vesti  mutevoli e intrecciate  di musicista, produttore, scopritore di talenti, anche se a lui piace definirsi un alchimista. Alchimia è una parola di origine araba che vuol dire saldare, allegare, disciplina fisica e chimica che implica un’esperienza di crescita ed un processo di liberazione dell’artefice dell’esperimento.

Gianni Maroccolo è nato in Toscana sotto il segno del toro.

Marok, così lo chiamano coloro che hanno condiviso con lui suoni e note, attraversa da protagonista  la scena della musica indipendente italiana sotto  vesti  mutevoli e intrecciate  di musicista, produttore, scopritore di talenti, anche se a lui piace definirsi un alchimista. Alchimia è una parola di origine araba che vuol dire saldare, allegare, disciplina fisica e chimica che implica un’esperienza di crescita ed un processo di liberazione dell’artefice dell’esperimento.
Musicalmente nasce a Firenze, luogo per eccellenza della scena dark wave italiana dove, negli anni ’80, fonda i LITFIBA. Con Pelù, Renzulli, Aiazzi e Ringo De Palma, i Litfiba vivono la stagione del post punk italiano fino al 1990, l’anno di “Pirata”, quando Maroccolo e Aiazzi lasciano la band. Rimangono di quell’avventura centinaia di concerti in tutto il mondo e soprattutto il bellissimo album “17 RE”, capolavoro della band del quale Maroccolo ha curato interamente gli arrangiamenti. In quegli anni inizia a studiare contrabbasso, Fonologia e Musica Elettronica al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze.

Parallelamente ai LITFIBA fonda l’ensemble “BEAU GESTE”, con Francesco Magnelli e Antonio Aiazzi; un progetto di musica elettronica minimalista che produrrà 3 album e con cui realizzerà un’ infinità di colonne sonore per cinema, teatro e istallazioni di arte contemporanea.

Nello stesso periodo inizia a coltivare la passione per il connubio tra musica e recitazione, componendo colonne sonore per il teatro, su testi di Gabriele D’annunzio, Samuel Beckett, Pierpaolo Pasolini, Curzio Malaparte, Pirandello. Per il cinema, si occupa di musicare “Tutti giù per terra”, “Escoriandoli”, “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”, “Paz”.

Non abbandonando mai il ruolo di musicista e compositore, inizia nel 1987 l’esperienza di “produttore artistico”, collaborando con CCCP Fedeli alla linea, TIMORIA, ANDREA CHIMENTI, MARLENE KUNTZ, BANDABARDO’, STATUTO, DIAFRAMMA, CSI, PGR …. Collabora con TUXEDO MOON, ROBERT WYATT, NOIR DESIR, FRANCO BATTIATO, LORENZO CHERUBINI, CRISTINA DONA’, CARMEN CONSOLI, HECTOR ZAZOU, ROB ELLIS, MICHAEL GIRA, GARETH JONES, PETER WALSH, HOWIE BEE … Nel 1993 fonda con Giovanni Lindo Ferretti i C.S.I. – consorzio suonatori indipendenti, il gruppo musicale con cui riuscirà nel 1997 a raggiungere il vertice delle classifiche, pur non abbandonando la ricerca e la sperimentazione che da sempre lo ha contraddistinto.  Crea in quel periodo il C.P.I. – consorzio produttori indipendenti, realtà emblematica della scena musicale indipendente degli anni 90. Da quella esperienza nascono artisti come Marlene Kuntz, Marco Parente, Il Santo Niente, Ustmamò, Ulan Bator, Santa Sangre …

Con la pubblicazione del doppio album “Noi non ci saremo” – nel 2000 – finisce il percorso dei C.S.I. e con esso tutti i progetti paralleli (Il Maciste, Sonica, Cpi), ma non l’idea di avere ancora qualcosa da dire con la musica: Maroccolo si dedica alla composizione del primo album dei P.G.R. – Per Grazia Ricevuta, in cui confluiscono alcuni protagonisti dei C.S.I. Con i Pgr realizza 4 album: Pgr, Montesole, D’anime e d’animali, Ultime notizie di cronaca.

Fra il 2003 e il 2004 realizza la colonna sonora dello spettacolo teatrale INIZIALI B.C.G.L.F., per la regia di Giorgio Barberio Corsetti e inizia ad occuparsi di “didattica musicale” collaborando con Il Centro Musica di Modena e come relatore a diversi seminari universitari.

Intraprende anche percorso “solista” che lo vede realizzare il suo primo album A.C.A.U. la nostra meraviglia, un piccolo gioiello di musica “minimal-pop” a cui collaborano alcune fra le più belle voci nostrane: Battiato, Pelù, Raiz, Consoli, Donà, Jovanotti, Agnelli e molti altri. Un disco sincero e diretto pensato e concepito nel luogo deputato alle sue alchimie, vicino al mare, in totale solitudine, proprio come ai primi tempi della sua vita musicale.

Nell’ estate del 2004 si occupa insieme ad Ambrogio Sparagna e Giovanni Lindo Ferretti della direzione artistica de: La Notte della Taranta. Il M.E.I. “Audiocoop” gli attribuisce a novembre il Premio alla Carriera.

Alla fine del 2004 Maroccolo ritrova i Marlene Kuntz. Suona il basso nell’album “BIANCO SPORCO” e partecipa al tour italiano. Tra il 2005 e il 2006 realizza e produce con i Marlene Kuntz l’abum live S-Low e il dvd “Storytellers-Mtv”.

In questo periodo conosce IVANA GATTI  e con lei fonda il duo : IG. Con IG realizza 2 minialbum;  Resta  –  Il linguaggio delle Murene. Produce gli album di due giovani artisti, Cecco (Sugar), Micol (Soleuna/Universal). A Maggio 2007 pubblica l’album di esordio di IG, dal titolo Bastian Contrario. Il disco, pubblicato da Ala Bianca / Warner, contiene anche un dvd con 12 cortometraggi realizzati dai video artisti Fabio Massimo Iaquone e Luca Attilii.  Entra in studio studio con i Marlene Kuntz per la produzione artistica di UNO.

Nell’ estate 2007 è alla Notte Bianca in Piazza del Popolo dove si occupa della sonorizzazione de: AFRICA, ASIA, AMERICA, OCEANIA, EUROPA, spettacolo di Giorgio Barberio Corsetti.  Sempre nel 2007 inizia a collaborare con Il Museo e con il Festival del Cinema di Torino su un progetto di sonorizzazioni di film classici dei primi del 900. Insieme ai MK e a Ivana Gatti ogni film viene sonorizzato in tempo reale e tutta la musica è improvvisata sul momento. A Gennaio 2010 usciranno su dvd per RARO VIDEO, 3 diverse colonne sonoro del film “La Sig.na Else”.   Sempre con i MK inizia a collaborare con il duo multimediale “MASBEDO” e si occupa della sonorizzazione della video opera: GLIMA,  e di comporre un “capitolo” dell’ opera multimediale: “INDEEPANDANCE”.  Si occupa della colonna sonora del nuovo film di Davide Ferrario, “TUTTA COLPA DI GIUDA” e della produzione artistica dell’album omonimo. Produce la title track del film interpretata dai Marlene Kuntz: Canzone in prigione. Produce, compone e suona nell’ ultimo album dei PGR “Ultime notizie di cronaca”. Attualmente lavora insieme a Ivana Gatti al nuovo album di IG, al suo prossimo progetto solista e alla stesura del suo primo libro. Attualmente impegnato nella sonorizzazione dell’opera video di Masbedo dal titolo: SCHEGGE D’INCANTO IN FONDO AL DUBBIO Una trilogia di allarme-distruzione-lotta, che verrà presentata il prossimo giugno in anteprima mondiale alla Biennale di Venezia nel Padiglione Italia.

Dopo lo scioglimento dei Pgr fonda un quintetto musicale di pura sperimentazione : BEAUTIFUL ,  con Howie Bee, Cristiano Godano, Luca Bergia, Riccardo Tesio. I cinque si ritroveranno a giugno al Teatro Petrella di Longiano (Fo) per comporre e realizzare il loro primo album che uscirà ad ottobre 2009 in tutto il mondo.

E’ tra i promotori del Progetto “Domani, 21-04-2009”. Un disco realizzato e voluto da Jovanotti & oltre 60 artisti della scena musicale italiana per raccogliere fondi per l’ Abruzzo finalizzati alla ricostruzione di un Teatro e della Casa dello Studente.

Annunci

Link

Focus

Domani 21/04.09

banner domani

PGR

banner pgr

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

In Archivio


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: