Bisca, voglia di complicità

Sul nuovo disco Ah! lo storico duo napoletano collabora con Caparezza, Pelù e Maroccolo. Per aprirsi a un nuovo pubblico

di Alfredo d’Agnese

“E’ il nostro disco più rilassato, ma anche quello che ci ha portato via più tempo”. Sorridono i Bisca, tra le mura del loro studio, il Rock’n’Copp, al confine tra il cuore di Napoli e i primi segnali di periferia. Dopo quasi 25 anni di carriera, Sergio Maglietta ed Elio Manzo hanno ancora voglia di giocare con la musica. Il nuovo disco dei Bisca si intitola Ah! e potrebbe segnare una svolta, incontrare il grande pubblico. Merito di canzoni che, senza mai tradire una certa coerenza, parlano un linguaggio più diretto.

Un peso decisivo hanno le felici collaborazioni con Caparezza, Piero Pelù, Gianni Maroccolo e Pietro De Cristofaro che, rispettivamente, cantano e suonano in Facce (il primo singolo di Ah! ), Sono come tu mi vedi, Io sono qui e C’è un mondo che. Collaborazioni che non si sono fermate: Pelù e i Bisca hanno lavorato insieme a Il tuo futuro, brano scritto per un videoclip a cartoni animati realizzato da Lanterna Magica per un progetto della Comunità europea sull’ecologia.

Ah!, un disco di canzoni, ma soprattutto un punto di svolta.
Maglietta: Dopo 24 anni penso che sia il disco più vicino a noi, oltre al fatto che è il più aperto a un pubblico più vasto. Ho la sensazione che con il tempo si sia definitivamente definito il nostro carattere, che abbiamo raggiunto un modello ben preciso. E’ come se si fosse codificato uno stile. Oggi non mi chiedo più se un brano o una canzone funziona o meno, ma mi interessa che abbia una certa identità. Mi piace ancora suonare per il gusto di farlo. Adoro stare nei suoni.

Che obiettivi si pone Ah!?
Manzo: Una delle cose più gratificanti è che il pubblico ai concerti conosca le nostre canzoni. Ci piacerebbe che i ragazzi si riconoscessero in questi brani. Questo album è il frutto della nostra voglia di complicità. Gli ospiti di Ah li abbiamo contattati tutti nello stesso modo, cooptati in nome di una passione comune. Maroccolo, Caparezza, Piero hanno partecipato per amore del progetto, senza fare calcoli.

Maglietta: Ci siamo rimessi in discussione insieme agli altri. Nella crisi generale (creativa, politica, discografica) l’unica via d’uscita è ritrovare il gusto delle cose. Da ragazzi noi musicisti eravamo più gelosi. Oggi lo siamo molto meno, abbiamo scoperto il gusto d’incontrarci e suonare insieme.

Come avete conosciuto Caparezza?
Maglietta: Lo abbiamo incontrato a Melfi, dove abbiamo suonato in una manifestazione operaia. Mi piaceva il suo modo di fare musica e di scrivere e fare musica. Poi ho scoperto la persona…

Manzo: Così abbiamo saputo che Michele (Michele Salvemini è il vero nome di Caparezza, ndi) da ragazzo era un nostro fan e conosceva tutti i vecchi brani. Ci accomuna il modo di lavorare sui testi, che pur schierati non sono mai militanti. Gli abbiamo spedito alcune canzoni senza chiedergli nulla in particolare. Ha scelto Facce, con un risultato sorprendente.

Siete nati nel 1981 come gruppo ska. Che cosa sono oggi i Bisca?
Maglietta: Non amiamo le classificazioni e i generi. Quando abbiamo iniziato a suonare, lo ska rappresentava la promessa di libertà e di possibili evoluzioni. E’ una musica di confine che ha dentro di sé elementi di blues, di jazz, di reggae. Come l’hip hop. Invece il rock nel nostro Paese, oltre alla sua forza dirompente, è stato sentito come un fenomeno di simulazione di un modello angloamericano. In questi anni siamo cresciuti, cambiati, abbiamo sviluppato una matrice tutta nostra in cui sono riconoscibili l’amore per il funky e il jazz, ma fuori dagli schemi.

Manzo: Anche dal vivo è così. Stavolta riusciremo a dare al nostro pubblico uno spettacolo compatto che accontenti tutti con i nuovi brani e classici come La Bomba intelligente, Mustafà, Oggi non ho niente da dire.

Annunci

0 Responses to “Bisca, voglia di complicità”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Link

Focus

Domani 21/04.09

banner domani

PGR

banner pgr

Calendario

maggio: 2005
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

In Archivio


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: