La Notte della Taranta

Dall’ 8 al 21 agosto 2004 Grecìa Salentina (Italia)
Torna il più grande festival musicale dedicato al recupero della pizzica e della taranta e al loro incontro con altri generi musicali.Ventisei concerti in tredici comuni del Salento, oltre 30 gruppi coinvolti e il concertone finale a Melpignano (Le) il 21 agosto con Ambrogio Sparagna, Giovanni Lindo Ferretti, l’Orchestra Popolare, Gianni Maroccolo e gli ospiti: Franco Battiato, Gianna Nannini e Francesco Di Giacomo.

Parte domenica 8 agosto, come ogni anno dal Castello dè Monti di Corigliano d’Otranto (Le), la settima edizione della Notte della Taranta, il più grande festival musicale in cui il travolgente ritmo della pizzica e della taranta, espressione tipica della tradizione musicale salentina, incontra altri generi musicali e la tradizione, che torna a vivere con tutta la sua forza dal passato, si mescola ai suoni del presente e diventa tradimento.
Ventisei i concerti in programma dall’8 al 21 agosto in tutti i Comuni dell’Unione della Grecìa Salentina e dell’Istituto Diego Carpitella con un fitto calendario che prevede ogni sera l’esibizione di almeno due gruppi per un totale di circa 300 artisti.
Fra i gruppi in calendario alcune delle realtà più emerse a livello nazionale: Cantodiscanto, Nidi d’Arac, Aracne Mediterranea, Canzoniere Grecanico Salentino, Ensemble Terra d’Otranto e Mimmo Epifani. Tradizione, innovazione, progetti speciali e sperimentazione di nuove forme di incontro musicale si avvicenderanno nelle serate del festival per quasi due settimane.
A conclusione della lunga rassegna musicale, che ogni anno attira in Salento un pubblico sempre più numeroso ed internazionale, la grande “notte” che dà il nome a tutto il festival e che si svolgerà il 21 agosto come sempre a Melpignano (Le) dalle nove di sera fino alle prime luci dell’alba.
“Maestro concertatore” chiamato ad arrangiare il repertorio tradizionale per l’edizione 2004, l’etnomusicologo Ambrogio Sparagna, che ha messo insieme negli ultimi tre mesi – con audizioni fatte su tutto il territorio salentino – una grande Orchestra Popolare, un organico di circa 60 elementi composto da organetti, tamburelli, flauti, viole, violini, chitarre, percussioni, mandole, voci e molti altri strumenti tipici della nostra tradizione musicale, organizzati tra loro mediante specifiche sezioni in relazione alle loro tradizionali funzioni.
Nel progetto di Sparagna, l’Orchestra Popolare è una sorta di nuovo epicentro culturale dove eseguire ed approfondire le forme tradizionali del folklore musicale e trasmettere alle nuove generazioni gli antichi saperi. Un luogo privilegiato attraverso cui realizzare nuove modalità creative ed esecutive sperimentando nuovi linguaggi poetici con la rielaborazione di antichi repertori.
Insieme ad Ambrogio Sparagna lavorerà Giovanni Lindo Ferretti, maestro sconcertatore del concertone finale del festival, che condurrà un laboratorio sulla parola e sulla scrittura dei testi, finalizzato a dare vita ad una composizione nuova, una grande pizzica del 2000, che aprirà la serata del 21 agosto.
Grande attenzione sarà infatti riposta in questa edizione all’uso delle voci che, secondo il principio della cultura di tradizione orale, devono affermare l’egemonia della parola cantata, riproponendo così il tratto costitutivo ed originale della tradizione musicale italiana secondo cui è la parola che “comanda” e la musica ha la funzione di rafforzare il suo potere comunicativo.

Il primo appuntamento è per il 4 e 5 agosto a Melpignano, Convento degli Agostiniani, con la possibilità per chiunque voglia di partecipare a queste due giornate da cui poi sarà formato un gruppo che proseguirà il lavoro dall’8 al 20 agosto a Calimera, in contemporanea con le prove dell’Orchestra Popolare.
Anche gli ospiti del concertone (tutti cantanti) saranno invitati a interpretare i brani della tradizione secondo questa logica, adattando ai suoi canoni il proprio stile, il proprio sound, la propria formazione. Gli ospiti saranno Franco Battiato, Gianna Nannini e Francesco Di Giacomo, alcune delle voci migliori e più significative della musica italiana.
A tenere le fila dei suoni della notte finale, al fianco di Sparagna e Ferretti ci sarà un altro musicista italiano, Gianni Maroccolo, nel ruolo di “maestro del suono”.
In contemporanea con lo svolgimento del festival si terranno alcune iniziative parallele, tra cui una mostra mercato di strumenti popolari, a Martignano dal 16 al 18 agosto e a Melpignano dal 19 al 21; la mostra Artisti per la pace nelle sale del Castello di Corigliano dall’ 8 al 21 agosto; e lo stage di formazione di danza salentina, con particolare riferimento alla pizzica, Estadanza, che si terrà sempre nel Castello di Corigliano a cura di Pino Gala dall’8 al 21 agosto.
Il festival è un progetto dell’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e dell’Istituto Diego Carpitella prodotto da Princigalli Produzioni con il sostegno della Provincia di Lecce.
La Notte della Taranta conclude il festival Salento Negroamaro della Provincia di Lecce.

Per informazioni sul festival:
Mediateca del Comune di Melpignano
tel. +39 0836 43.40.56, http://www.comune.melpignano.le.it.

Annunci

0 Responses to “La Notte della Taranta”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Link

Focus

Domani 21/04.09

banner domani

PGR

banner pgr

Calendario

luglio: 2004
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

In Archivio


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: