PGR: Un passo avanti e due indietro

In anteprima l’intervista rilasciata dai PGR a “Mucchio Selvaggio” in edicola da martedì 27 luglio!

di FEDERICO GUGLIELMI

Nonostante le apparenze, il titolo assegnato a questo articolo può avere più significati, non necessariamente negativi. Assodato che il passo avanti è quello compiuto con l’uscita del nuovo album D’anime e d’animali (n. 585 del Mucchio Selvaggio), il secondo nella carriera dei PGR (non contando naturalmente il live Montesole), i due indietro potrebbero infatti essere le ben note defezioni di Francesco Magnelli e Ginevra Di Marco, oppure – ed è questa l’ipotesi che ci piace sposare – il ritorno ideale che il disco propone al passato remoto di Giovanni Lindo Ferretti, cioè a quei CCCP-Fedeli alla linea che prima dei C.S.I. (e, pertanto, due passi indietro…) appassionarono l’Italia “underground” degli anni ’80.

Questi e altri temi sono stati comunque affrontati in una conversazione con lo stesso Ferretti, Gianni Maroccolo e Giorgio Canali un paio d’ore prima del concerto con il quale, a fine giugno, i nuovi PGR hanno messo a ferro e fuoco la Capitale nell’ambito del loro “Casi difficili tour”. Eccovene il riassunto

Partirei dalla decisione di pubblicare D’anime e d’animali nel periodo estivo. Come mai tutta questa urgenza?
GLF: Quando si racconta la propria vita non ci si può far su del marketing: l’album è nato idealmente a gennaio e doveva uscire prima possibile. Ci sarebbe piaciuta la notte del 24 giugno, S. Giovanni, l’inizio mitico dell’estate… i miei sono sempre stati dischi “da novembre”, ma questa volta è venuta fuori qualcosa che mi sentivo di cantare in luglio e in agosto. Sono lieto che alla Universal abbiano assecondato questo nostro desiderio, modificando i programmi e dando alle stampe D’anime e d’animali ora e non, com’era in origine previsto, a settembre.

Non credo, d’altronde, che per i PGR valga la regola commerciale in base alla quale un disco non deve essere commercializzato in estate…
GLF: Tanto in televisione non ci andiamo: non ci andremmo neppure se volessimo, figuriamoci non volendolo. Dubito che uscire a fine giugno e non a inizio settembre possa influire sulle nostre vendite… anzi, dato che per quest’album la miglior promozione possibile è il live, sarebbe stato bizzarro non averlo nei negozi durante il tour ma solo dopo che i concerti erano già terminati.

Artisticamente, quanto con D’anime e d’animali si è trattato di fare di necessità virtù?
GLF: Nove canzoni su undici. Non dico che nella dimensione precedente non avrei scritto bene e volentieri ma avrei faticato di più, perché si faceva poca musica e si discuteva sempre. Io di musica non me ne intendo, preferisco parlare di politica o di teologia, e invece essere forzati da una necessità è uno stimolo incredibile. È un po’ quello che nella vita fa la malattia: quando ti ammali devi trovare le energie per guarire, altrimenti muori. Allo stesso modo, se ti arriva una disgrazia in una storia che ti sta a cuore devi trovare la forza per reggerla: reggere la disgrazia, così come accettare la malattia, è il modo migliore per poter guarire in fretta. Credo di poter affermare che, se non fosse intervenuta la necessità, la virtù sarebbe stata minore.

[…]

Annunci

0 Responses to “PGR: Un passo avanti e due indietro”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Link

Focus

Domani 21/04.09

banner domani

PGR

banner pgr

Calendario

luglio: 2004
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

In Archivio


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: