In Perfetta Solitudine

Ecco un estratto dell’interivista che potete trovare sul numero 574 del Mucchio Selvaggio, in edicola a partire da martedì 13 aprile…

di Federico Guglielm

Non è un mistero che A.C.A.U. sia in qualche modo legato al mare. Perché proprio il mare?
Il mare è l’altra metà, che ha fatto parte della mia vita tanto quanto la musica. Sono nato in Maremma ma sono andato subito in Sardegna, ho sempre vissuto sul mare e avrei voluto fare il marinaio. Poi le cose hanno preso un’altra piega.

E hai composto le musiche con l’intento di racchiudervi il concetto di “mare”?
Sì, l’idea era questa… Non è un caso che il disco abbia un andamento “ondeggiante”, con minime variazioni dei bpm, quasi a voler rispecchiare l’andirivieni delle maree. E poi c’è la ricerca della profondità.

Tutto fa però pensare a qualcosa di piuttosto passionale e istintivo, senza intellettualizzazioni.
No, assolutamente. Sono anni che ho una piccola casetta sul mare nella quale mi rifugio ogni volta che posso e il progetto dell’album si è sviluppato lì, mentre cercavo di impratichirmi nell’utilizzo dei computer applicati alla musica: sai, visto che la tecnologia va avanti e che io desidero continuare l’attività di produttore, non essere adeguatamente preparato non mi sembrerebbe giusto nei confronti di chi si rivolge a me. Durante questo proficuo “ritiro” sono venuti fuori, quasi senza che me ne accorgessi, i primi abbozzi di canzoni.

Però da qui a costruirci attorno un album…
Infatti io non ci pensavo: a darmi la spinta è stato Hector Zazou, che durante l’incisione di P.G.R. li ha voluti ascoltare e li ha apprezzati al punto che due pezzi, Ah! le monde e Krsna Pan Miles Davis e Coltrane, sono venuti fuori proprio da elaborazioni dei miei “provini”. È poi stato sempre Zazou a incitarmi a continuare e io l’ho fatto, stimolato dalla luce intermittente del faro che c’è di fronte alla mia bicocca e dal rumore della risacca.

Insomma, è stato un album più trovato che cercato.
In un certo senso è così. È il risultato di un momento, in cui ho dovuto rimettere in discussione molte cose, anche a causa di alcuni eventi che hanno avuto un peso notevole su di me: le difficoltà del Consorzio, sorte con l’acquisto della PolyGram da parte della Universal, e la successiva chiusura, la perdita di mio padre, lo scioglimento dei C.S.I….

Tutte cose negative: strano, allora, che dalle musiche traspaia tanta serenità.
È uno dei primi effetti della mutazione che è avvenuta e che è tuttora in atto dentro di me. Un processo che mi ha portato ad aprirmi all’esterno e a decidere di mettermi in gioco fino in fondo, dopo avere finora operato dietro le quinte in maniera riservata.
[…]

Annunci

3 Responses to “In Perfetta Solitudine”


  1. 1 daniele 8 aprile, 2004 alle 6:01 am

    una domanda:si fà qualcosa il 29 giugno a Montesole? grazie…

  2. 2 paolo 8 aprile, 2004 alle 6:00 am

    il mare è immenso in ogni senso…………….per favore,non smettere più di nuotarci dentro!tieni duro,gianni!

  3. 3 mp 7 aprile, 2004 alle 6:00 am

    Sono contenta non compravo Mucchio Selvaggio da non so quanto.. ..e l’intervista già mi piace un mucchio. Non sai quante volte mi sono persa intorno a Manciano … A presto la solita nota..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Link

Focus

Domani 21/04.09

banner domani

PGR

banner pgr

Calendario

aprile: 2004
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

In Archivio


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: